Tuesday, 03 March 2020 12:18

Cosa significa Avere un chakra chiuso? Facciamo chiarezza.

Per Chakra chiuso cosa s'intende veramente? Ha senso continuare a fare questa affermazione?

Vorrei fare un po di chiarezza riguardo le affermazioni che spesso si sentono e fanno riferimento a un Chakra chiuso, o più chakra chiusi, oppure espressioni del tipo ti Apro il Chakra! Queste cose non si possono veramente sentire, lo so chissà quante volte lo hai sentito dire oppure lo hai letto qua e là su un qualche sito, ma ti assicuro che proprio non esiste un chakra chiuso, è probabile che sia una distorsione storica e fantasiosa, probabilmente perché in oriente i chakra sono spesso rappresentati come dei fiori aperti e quindi come tali possono chiudersi e aprirsi. Nella realtà però non è proprio così, in quanto non subiscono per niente questa variazione, intendiamoci probabilmente sei un operatore che lavora da tanto tempo con risultati impressionanti e quindi ti chiederai chi sono io per fare tale affermazione. Ti do ragione, quello che puoi pensare non fa una piega, eppure i risultati non sono sempre strettamente proporzionali alle nostre convinzioni, ovvero il fatto che si ottengono risultati con un certo nostro metodo, non avvalora una nostra convinzione, per cui riconfermo che un chakra per sua natura non può essere mai chiuso. 

 

Perchè faccio tale affermazione? E sulla base di cosa?

Innanzitutto, questa conoscenza è stata tramandata da un Maestro Spirituale tra i più grandi Guaritori di tutti i Tempi, mentre posso solo confermare che con l'esperienza del Pranic Energy Healing questa conoscenza è abbastanza chiara e compresa a livello di esperienza personale, infatti questa disciplina permette di effettuare valutazioni sulla base di percezioni sensoriali e grazie a questo strumento è possibile sentire a livello tattile che l'energia del chakra non viene chiusa, piuttosto si può parlare di minor energia presente nel chakra. Questa minor presenza di vitalità può dare la distorta percezione di un chakra chiuso, ma in realtà ciò che varia è la dimensione dello stesso con una conseguente minore funzionalità, ma questa condizione è ben lontano dalle affermazioni prima citate.

Se un chakra è chiuso ti aspetti che qualcuno te lo apra.

Il senso di questa Affermazione presuppone il fatto che ci si possa aspettare che qualcuno possa essere in grado di risolvere la cosa, così come accade per un qualsiasi professionista competente, pertanto si può creare una relazione di dipendenza tra un utente e un operatore, così come accade tra noi e il nostro meccanico o idraulico, quando chiediamo di ripararci l'auto in un caso e la caldaia nell'altro, ma questa cosa può essere vera solo in queste situazioni e non per i nostri ipotetici chakra chiusi, perché di chiuso nei chakra non vi è proprio nulla, conosciamo questi splendidi centri di coscienza nella loro struttura idealizzata o stilizzata, con informazioni molto grossolane, pertanto questa affermazione è semplicemente una distorsione mentale e verbale. Qualcosa di chiuso significa anche che questo sarà inaccessibile e pertanto ritengo difficile se non impossibile intervenire energeticamente su tale condizione, ora a un certo livello possiamo anche considerare il fatto che una persona energeticamente si chiuda rispetto a una energia proveniente dall'esterno, ma solitamente questo è dato da una sorta di muro mentale che si può creare e che protegge l'entrata di energia all'interno, ma anche in questo caso seppure i chakra possano ritirarsi non significa affatto che si stanno chiudendo.

E quindi? Dimmi allora visto che la sai così lunga, cosa dovrei dire invece di chakra chiuso!

Ok, ora possiamo parlare tecnicamente? I chakra possono essere ipoattivi e quindi avere una minore quantità di energia e rimpicciolirsi, ma solitamente è sufficiente energizzarli e rivitalizzarli per poterli portare nella dimensione normale. Altro punto è il fatto che un chakra può essere fortemente congestionato da energie sporche o tossiche, queste energie possono fortemente soffocare i centri di coscienza, alcune aree del corpo sono come avvolte da uno strato di energia scura, nera o grigia oppure energie da colori scuri etc, in questi casi occorre rimuovere questa pattina di congestione e fare in modo che i chakra ritornino a respirare e rivitalizzarsi. In entrambe le situazioni non troveremo mai nessun chakra realmente chiuso. 

Per saperne di più e conoscere i chakra in modo corretto visita la pagina https://www.energiaspirituale.it/corso-di-formazione.html

 

Dott.Croci Fabrice

Sono Il fondatore di Energia Spirituale, conduco gruppi di meditazione e insegno concetti di energia e spiritualità. Sono un Live Spiritual Coach e mi occupo di Pranoterapia! Amo scrivere sul mio Blog! Ho un dottorato in Psicologia! E sono un imprenditore.

This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.